Itinerario

 
 
Il percorso da 3 Km
Il percorso da 3km è una facile camminata panoramica per tutti coloro che hanno al seguito bambini in passeggino, disabili in carrozzina o con ridotta mobilità.
Il percorso breve da 7 Km


ll percorso breve da 7km è immerso nel bosco ad alto fusto della Val di Nos sopra Gallio verso Nord e passa per la contrada Xebbo e Costa, adagiate su prati e pascoli, alle pendici del Kaprust.
Da qui poi si scende verso la Valle del Pakstall per arrivare al centro del paese.
Il percorso di media distanza da 12 Km


Il percorso di media distanza da 12km rispecchia nella fase iniziale quello da 7km. Deviando alla contrada Xebbo verso una breve e particolare salita delle Teze si può apprezzare da lassù un meraviglioso panorama sull'intero Altopiano meridionale prima di ridiscendere verso il centro del paese. Camminando fra prati e pascoli delle Malghe Tanzer e M. Spil si ammira verso sud-est la Val Frenzela e la frazione di Stoccareddo.
Il percorso lungo da 19 Km


ll percorso lungo da 19km, particolarmente panoramico nella parte finale, percorre per intero la Val di Nos fino a “Passo Stretto" e oltre per toccare dapprima il cosiddetto “Cimitero dell'Etzenplatten" e poi la località “Quattro strade”. Prendendo a destra si sale lungo una mulattiera a tornanti volgarmente chiamata “Claff” che raggiunge un pianoro in prossimità di Malga Fiaretta; verso destra si raggiunge il monumento-altare in onore di Papa Giovanni Paolo ll e si prosegue lungo tutto il crinale di Monte Ongara con le rispettive Malghe. Da qui si può ammirare l'intero Altopiano meridionale, I'acrocoro settentrionale con I’Ortigara e Cima Xll e ancora più a nord le affascinanti vette delle Dolomiti del Brenta. ll percorso poi discende sulla Krauslava e gira verso destra per la variante del sentiero CAl 850 che ci porta sopra le Tese e verso est alle casare del Tanzer, M. Spil e subito dopo, calpestando prato e pascolo, al centro del paese costeggiando i trampolini per lo sci della Valle del Pakstall.
Il percorso da 30 Km


ll percorso da 30 km nasce per commemorare il Centenario della Grande Guerra ed in particolare la Battaglia sull'Ortigara. Il massacro degli alpini, così fu chiamata quella battaglia che voleva sfondare il fronte austriaco tra i monti Ortigara e Forno suIl'A|topiano dei Sette Comuni.

  ... alla vigilia della battaglia, la 6" armata  italiana poteva contare su circa 300.000 uomini e  l.600 pezzi d'artiglieria; di fronte erano schierati circa 100.000 austro-ungarici con 400 cannoni, protetti da potenti difese passive scavate nella roccia viva, ancora oggi ben visibili.
  Alle 5.15 del mattino del I0 giugno 1917 iniziava la battaglia dell’Ortigara; fino al giorno 20 giugno fu un susseguirsi di attacchi e contrattacchi, gli alpini arrivarono sino alla quota 2101.
Il 21 giugno gli austriaci passavano al contrattacco, il 30 giugno terminava la battaglia, senza che un solo metro di trincea fosse stato conquistato.
Sul terreno rimanevano circa 30.000 italiani e 10.000 austriaci, a testimoniare la violenza dei combattimenti.


    ll nostro itinerario lascia quello da 19 km proprio al secondo ristoro dopo aver percorso circa 8 km e si allunga verso nord nel sentiero CAl 836. Attraverso le Buse Magre di Busette e gli Albi di Bosco Secco si lascia a sinistra lo Scoglio della Botte e si raggiungono le Terre More per immettersi sulla strada che scende dal M. forno (punto ristoro e timbro passaggio) verso Piazzale Saline.
  Proprio in questi luoghi si viene spesso accompagnati dalle tristi vestigia della Grande Guerra che qui ha lasciato segni indelebili, nonostante siano passati più di cento anni: trincee, camminamenti, gallerie, ricoveri e buche di granate.
Da qui si continua a percorrere la strada sterrata fino a Prà Campofilone dove troviamo l'incrocio che ci porta verso Malga Bosco Secco dove si trova il quarto ristoro. Dirigendosi poi verso il R.lo di Fiara si passa vicino al Fontanello degli Alpini e si raggiunge Casara Fiaretta. Poco dopo ci si ricollega al percorso da 19km verso il M. Ongara e la parte finale con meno di 10 km all’arrivo.


MEDAGLIA FINISHER A TUTTI I MARCIATORI DELLA 30 KM.